A ottant’anni se non muori t’ammazzano

A ottant'anni se non muori t'ammazzano

Scheda libro

Stiamo attraversando un’epidemia e curiamo quelli che costano meno, lasciamo perdere i vecchi, perché costano di più. 

Distinguiamo tra le morti “inaccettabili”, perché i pazienti sono giovani e intelligenti, e le morti “accettabili”, perché i malati sono vecchi, hanno altre patologie, o sono dementi. 

Con questa giustificazione economica della morte muore la nostra civiltà.


di Ferdinando Camon

Condividi l'articolo

loghi-copia
Quarta di Copertina
Il modo migliore per raggiungere i tuoi lettori